X


Striscia, Vittorio Brumotti aggredito con un coltello. Ferito cameraman

Scritto da , il 12 Gennaio, 2020 , in Personaggi Tv
foto Vittorio Brumotti accoltellato

Vittorio Brumotti aggredito con un coltello. Cameraman di Striscia la Notizia ferito

La notizia si sta diffondendo in rete a macchia d’olio: Vittorio Brumotti, inviato di Striscia la Notizia, sarebbe stato aggredito con un coltello da un malvivente nel primo pomeriggio di oggi, domenica 12 gennaio 2020, a Monza, mentre era impegnato a girare un servizio sullo spaccio di droga, da mandare in onda nel corso di una delle prossime puntate di Striscia. Vittorio Brumotti, come apprendiamo dai siti che hanno già pubblicato la notizia, pare si sia salvato grazie al giubbotto antiproiettili che indossava: la lama del coltello avrebbe infatti oltrepassato la stoffa, ma fortunatamente senza ferirlo. Sembra però che non sia andata altrettanto bene al cameramen di Striscia la Notizia che in quel momento stava registrando il servizio con Vittorio Brumotti: secondo varie fonti, infatti, l’uomo sarebbe rimasto ferito ad una gamba.

Aggredito Vittorio Brumotti di Striscia la Notizia: i dettagli sulla tragedia sfiorata a Monza

Sempre stando a quanto leggiamo dalle varie fonti in rete, Vittorio Brumotti pare stia bene. Il cameraman di Striscia, invece, sarebbe stato ferito ad una gamba, dopo essere stato accerchiato da più aggressori, minacciato con un coltello e strattonato. Il tutto pare sia avvenuto ai giardinetti di Monza dove Vittorio Brumotti, come già spiegato nel primo paragrafo, si trovava per girare un servizio sulla droga. Il fatto poteva avere conseguenze ben più gravi ma fortunatamente così non è stato. Tempestivo l’intervento della polizia, che avrebbe già ricostruito l’esatta dinamica dell’aggressione. Vittorio Brumotti pare fosse a Monza da sabato.

Striscia la Notizia, Vittorio Brumotti aggredito: il servizio andrà in onda nelle prossime puntate?

Visto anche il rischio corso da Vittorio Brumotti, Striscia sicuramente non farà a meno di mandare in onda il servizio sullo spaccio di droga da lui girato a Monza, per denunciare ancora di più quanto sta avvenendo da tempo nei giardinetti della città lombarda.