X


Io e Te Katia Ricciarelli, battuta su Santino Fiorillo: “Non serve più”

Scritto da , il 15 Giugno, 2020 , in Personaggi Tv
Foto Katia Ricciarelli Santino Fiorillo battuta Io e Te

Katia Ricciarelli fa una battuta su Santino Fiorillo a Io e Te: “Credevo non servisse più”

Si apre la settimana con una nuova puntata di Io e Te condotto come sempre da Pierluigi Diaco e accompagnato come sempre da Katia Ricciarelli e Santino Fiorillo. Proprio nello spazio dedicato a quest’ultimo, dove si occupa della Cartolina Divina dedicata alle dive del presente e del passato (quest’oggi dedicata all pop-star mondiale Cher) Katia Ricciarelli se n’è uscita con una battuta su Santino Fiorillo: “Facciamo noi, non serve più. No, credevo non servisse più perché dice sempre le stesse cose”. Il riferimento è al fatto che mercoledì (giorno in cui lui festeggia il compleanno) non ci sarà, quindi lo spazio dovrà essere riempito con qualcosa, e Pierluigi Diaco a tal proposito ha fatto una proposta alla sua illustre collega.

Pierluigi Diaco scherza con Santino Fiorillo a Io e Te: “Ti sistemiamo per le feste”

“Ti sistemiamo per le feste”: così Pierluigi Diaco ha concluso con un sorriso la rubrica di Santino Fiorillo dedicata alla Cartolina Divina (oggi indirizzata a Cher). Mercoledì pomeriggio Santino Fiorillo sarà assente a Io e Te perché festeggia il suo compleanno e Pierluigi Diaco ha voluto fare una proposta a Katia Ricciarelli: “Improvvisiamo una cartolina divina dedicata a lui, ma tutto improvvisato”. Chissà che cosa si inventeranno dopodomani Diaco e Ricciarelli (che si è detta terrorizzata raccontato in un’intervista un retroscena sulla sua vita lavorativa) per il loro “adorato” collega.

Io e Te, Pierluigi Diaco interrompe un’ospite: “Censuro tutto”

Una coppia ospite a Io e Te, per parlare del loro grande amore e della loro follia commessa in Brasile, ha fatto, come si suol dire, saltare la mosca al naso del conduttore Pierluigi Diaco quando ha sentito di apparizioni e strani messaggi sui social network, che è subito intervenuto: “La censuro subito perché queste cose delle apparizioni che derivano da messaggi su internet rischiano di essere un messaggio sbagliato visto le persone che vengono truffate. Andiamo avanti”.