X


L’Italia che fa, Veronica Maya si sfoga: “Tanti parlano a vanvera”

Scritto da , il 22 Giugno, 2020 , in Personaggi Tv
foto Veronica Maya l'italia che fa confessione

L’Italia che fa, la conduttrice Veronica Maya si sfoga: “Tanti parlano a vanvera”

Veronica Maya sta sicuramente facendo un ottimo lavoro. E’ tornata da poco in onda su Rai Due con il suo L’Italia che fa, un format dedicato al terzo settore, con particolare attenzione agli enti non profit che nel nostro Paese si impegnano per il bene comune, di fondamentale importanza soprattutto in questo periodo segnato dalla crisi post Covid-19. Se la popolazione, però, messa alle strette, si è dimostrata particolarmente responsabile, qualcun altro non ha saputo fare altrettanto. La conduttrice de L’Italia che fa, Veronica Maya, si è così sfogata, partendo dalle dichiarazioni contro il meridione di Vittorio Feltri, col quale aveva già avuto qualche frizione, in un’intervista concessa al settimanale Voi:

Pensa di essere divertente e di aumentare la sua popolarità. Pazienza, sono in tanti quelli che parlano a vanvera.

Sulla questione, come a proposito di altre, Veronica Maya mostra di avere le idee molto chiare.

Veronica Maya su L’Italia che fa: “E’ una grande responsabilità”

Ben conscia dell’importante ruolo che sta svolgendo con risultatimi ottimi a L’Italia che fa su Rai 2, Veronica Maya, nell’intervista rilasciata al settimanale Voi, ribadisce di sentire tutto il peso del compito che ha assunto:

E’ una grande responsabilità raccontare questo tipo di storie in un momento storico come quello che stiamo vivendo.

Secondo la conduttrice de L’Italia che fa, gli italiani hanno dimostrato la profonda solidarietà di cui sono capaci, costruendo reti di sostegno e anticipando, in alcuni casi, l’intervento dello Stato.

L’Italia che fa, avanti fino a fine luglio. Veronica Maya: “Abituata a lavorare in estate”

Di recente la bella conduttrice Veronica Maya aveva fatto sapere che per lei c’era anche altro in cantiere. Per adesso, comunque, resterà impegnata con L’Italia che fa fino al termine di luglio. Nell’intervista su Voi ha sottolineato che questo non costituisce alcun tipo di problema:

Sono abituata a lavorare d’estate: registriamo per due giorni e con solo una settimana d’anticipo.