X


Nero a metà 2, Claudio Amendola confessa: “Succederà di tutto”

Scritto da , il 2 Settembre, 2020 , in Serie & Film Tv
foto Claudio Amendola Nero a metà

Anticipazioni Nero a metà 2, Claudio Amendola: “Al mio personaggio succederà di tutto”

L’attesa sta per finire, tra poco più di una settimana Claudio Amendola tornerà su Rai1 con Nero a metà 2. La serie tv intratterrà il pubblico della prima rete, a partire dal 10 settembre, con sei nuovi episodi e colpi di scena inaspettati. Sulle pagine del settimanale DiPiù Tv, Claudio Amendola ha lanciato qualche anticipazione sulla nuova stagione di Nero a metà e in particolare sul personaggio di Carlo Guerrieri:

“Al mio personaggio succederà di tutto, a livello professionale ma anche sentimentale”.

A scombussolare l’equilibrio emotivo dell’ispettore interpretato sarà Nicole Grimaudo, una new entry nel cast. L’attrice vestirà i panni della poliziotta Marta Moselli che perderà il figlio. A indagare sull’omicidio sarà proprio Carlo Guerrieri che si avvicinerà molto alla collega.

Claudio Amendola su Nero a metà 2 anticipa: “In crisi il matrimonio di Carlo”

Claudio Amendola ha ammesso che nella prossima stagione di Nero a metà tra Carlo e Marta “nascerà un rapporto molto forte e profondo. Talmente profondo che finirà per mettere in crisi il matrimonio di lui”. Claudio Amendola ha svelato che anche nella vita reale con Nicole Grimaudo si è instaurato un ottimo rapporto, sottolineando di aver girato per il pubblico di Rai1 “scene ricche di emozioni”. Il cuore di Carlo verrà smosso nelle nuove puntate di Nero a metà 2 che vedranno il ritorno anche di Alba, la figlia di Carlo Guerrieri, che dovrà affrontare la separazione con Malik.

Nero a metà prossima stagione, Claudio Amendola: “Come Carlo sono un finto burbero”

In attesa delle nuove puntate di Nero a metà 2, Claudio Amendola ha ammesso di avere molti punti in comune cn l personaggio di Carlo Guerrieri: “Sono un finto burbero e siamo molto simili anche come padri”. L’attore romano ha ammesso infatti di essere permissivo come genitore e non riuscire sempre a dire ai figli tutti i “no” che vorrebbe.