Cotto e Mangiato 2 febbraio 2015: Tessa Gelisio prepara le polpette di pane riciclato

By on febbraio 2, 2015
foto Tessa e polpette

Quale modo migliore per iniziare la settimana, se non provando le gustose polpette preparate oggi sui fornelli di Cotto e Mangiato dalla bravissima Tessa Gelisio? Trattasi di una ricetta strepitosa, ideale per riciclare il pane, un alimento che purtroppo è tra i più sprecati. E’ stato infatti calcolato che fino al 30% del pane acquistato dagli italiani è destinato a diventare raffermo. Bastano però un po’ di pane vecchio, del formaggio pecorino e qualche uovo, per avere in tavola un secondo davvero sfizioso!

Riciclare per non sprecare, ma anche per il piacere del palato! Ebbene si: con questa ricetta (pronta in circa 30 minuti), semplicissima da realizzare, oltre che molto economica, si possono prendere per la gola grandi e piccini, proprio come la buonissima pasta con gorgonzola, pere e noci portata a tavola nella puntata trasmessa venerdì (scopri cliccando qui le foto e la ricetta completa) o il delizioso pollo al vino rosso presentato ai telespettatori nell’appuntamento di giovedì (qui sono disponibili la ricetta dettagliata e la fotogallery della preparazione). Un primo e un secondo favolosi! Assolutamente da provare.

Preparare le polpette di pane raffermo, uova e pecorino (la cui realizzazione è illustrata al dettaglio, passo dopo passo, nella fotogallery sottostante) è molto facile: la ricetta è tipica dell’Abruzzo e richiede una spesa di soli 6-7 euro. Spezzettare 125 grammi di mollica di pane in una boule. Aggiungere 250 grammi di pecorino dolce grattugiato, 1 spicchio d’aglio tritato, 3 uova, un po’ di sale, amalgamare bene tutto e formare le polpette.

foto_polpette_pecorino_e_uova_01

Friggere le polpette in abbondante olio extravergine d’oliva ben caldo. A parte, in un’altra padella, preparare il sugo con il quale accompagnarle: scaldare dell’olio e.v.o., appassire mezza cipolla tritata e buttarvi dentro anche mezzo chilo di pelati biologici. Girare con un cucchiaio.

Terminata la frittura, togliere le polpettine belle dorate e farle scolare dall’olio in eccesso ponendole su un piatto foderato con carta da cucina, salandole. Trasferirle poi nella padella con il sugo (dopo averlo scaldato per circa 10-15 minuti). Continuare a scaldare a fiamma bassa per un’altra decina di minuti: si deve ritirare bene. Impiattarle, servirle calde e consumarle: cotte… e mangiate! Sono adatte anche ai vegetariani. Buon Appetito!

About Emanuele Fiocca

Nato a Soveria Mannelli (Catanzaro) il 7 Luglio 1987, è un calabrese doc. Attratto dalla televisione fin da bambino, ha maturato negli anni esperienze in diversi programmi della RAI come Uno Mattina in Famiglia, Mezzogiorno in Famiglia, Alle Falde del Kilimangiaro, L'Arena e Domenica In, affiancando la passione per il piccolo schermo a quella per la scienza, che ha sempre caratterizzato il suo percorso di studi. Caporedattore de LaNostraTv dal 2014 al 2017, è il Responsabile Editoriale del sito.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *