X


L’amica geniale 2 anticipazioni. Lila (Gaia Girace): “Mi sono ammalata”

Scritto da , il 31 Gennaio, 2020 , in Serie & Film Tv
Foto L'amica geniale 2 Lila e Lenù

L’amica geniale, storia del nuovo cognome. Gaia Girace (attrice di Lila) svela: “Mi sono ammalata sul set”

Andrà in onda a partire dal 10 febbraio ogni lunedì sera su Rai1 la seconda stagione de L’amica geniale, in prima visione mondiale, il cui titolo è L’amica geniale-Storia del nuovo cognome, tratta sempre dai romanzi di Elena Ferrante. E a pochi giorni dall’esordio della nuova stagione de L’amica geniale, la protagonista Gaia Girace, che interpreta Lila (a sinistra nella foto in alto) ha rilasciato un’intervista sulle pagine dell’ultimo numero del settimanale VeroTV, con la quale ha raccontato:

Durante i mesi di lavorazione de L’amica geniale mi sono ammalata. Probabilmente mi è successo per lo stress e l’ansia di dover lavorare anche con una nuova regista. Ho avuto febbre, tonsillite, otite e congiuntivite!

“Ho trascorso tanti giorni chiusa in camera a curarmi con gli antibiotici” ha poi aggiunto.

Anticipazioni L’amica geniale, seconda stagione. L’attrice di Lila (Gaia Girace): “Non è stato facile”

Sul suo approdo nel cast della prima stagione de L’amica geniale, Gaia Girace ha invece raccontato cos’è successo quando ha ottenuto il ruolo di Lila.

Approdare a L’amica geniale non è stato semplice, ho dovuto affrontare e superare sette mesi di provini. Che emozione quando ho saputo che ce l’avevo fatta!

“Non dimenticherò mai il mio primo giorno sul set” ha poi sottolineato (QUI le anticipazioni de L’amica geniale-Storia del nuovo cognome).

L’amica geniale, anticipazioni nuova stagione. Gaia Girace rivela: “Lila mi ha cambiato la vita”

Nell’intervista su VeroTV, uscita qualche giorno dopo un’altra intervista in cui Lila e Lenù hanno parlato de L’amica geniale-Storia del nuovo cognome, l’attrice Gaia Girace ha ammesso infine:

Ora mi riconoscono tutti per strada e mi fanno tanti complimenti. Tuttavia io sono rimasta la stessa, sono la Gaia di sempre, anche se è indubbio che L’amica geniale mi abbia cambiato la vita.