X


Amadeus condurrà Sanremo 2021? La sua ultima risposta: “Pazienza”

Scritto da , il 12 Febbraio, 2020 , in Festival di Sanremo
foto Amadeus 25 ottobre

Amadeus alla conduzione di Sanremo 2021? “Ci vuole pazienza”

La 70esima edizione del Festival di Sanremo 2020 si è conclusa solo tre giorni fa ma visti gli ascolti record la domanda che tutti si fanno è: Amadeus condurrà anche Sanremo 2021? Il conduttore in questi giorni ha dato varie risposte, l’ultima proprio oggi durante il programma radiofonico di RTL 102.5 Non stop news condotto da Pierluigi Diaco, Giusy Legrenzi e Fulvio Giuliani. Amadeus nello specifico ha ammesso:

“Ci vuole pazienza. In questo momento qualsiasi mia risposta positiva sarebbe dettata dall’entusiasmo e quindi è pericoloso e qualsiasi no potrebbe essere dettato dalla stanchezza ed è altrettanto pericoloso”

Il conduttore ha aggiunto: “Adesso ci si prende qualche giorno di tempo e poi ci si riflette, io sono felice di essere tornato alla mia quotidianità fatta del mio Soliti Ignoti tutti i giorni”

Amadeus parla del suo Festival di Sanremo: “Ho fatto quello che volevo fare”

Amadeus non ha ancora deciso sul possibile Festival di Sanremo Amadeus Bis, ma invece ha un parere certo su quello trascorso su qui, sempre a RTL 102.5, ha dichiarato:

“Già ad Agosto avevo le idee ben chiare, nel senso che ho lavorato per questo ed era questo il Sanremo che volevo fare, malgrado le polemiche che capivo essere assolutamente sterili perché io so come sono”

il conduttore ha continuato: “Io ero tranquillo, sereno e non ho mai avuto una reale preoccupazione perché stavo per fare la cosa che ho sempre sognato per tutta la vita”.
Insomma per il conduttore de I soliti Ignoti il bilancio del suo Festival di Sanremo è più che positivo.

Amadeus ricorda i momenti più emozionanti del Festival: ricordo di Fabrizio Frizzi e la storia di Paolo Palumbo

Nell’intervista infine Amadeus oltre a parlare della gara, delle canzoni in gara e di tutto quello che è successo nelle 5 serate del Festival, dagli abiti di Achile Lauro alla lite Morgan-Bugo, dagli ospiti da Dua Lipa a Roberto Benigni, ha anche ricordato quali sono stati per lui i momenti più emozionanti: la standing ovation dedicata al suo amico fraterno Fabrizio Frizzi, e le canzoni portate sul palco da Gessica Notaro e Paolo Palumbo. Su quest’ultimo ha ammesso: “Ha scritto quella lettera e mi ha chiesto di poterla leggere e gli ho detto assolutamente si”, ed ha precisato: “Non ho pensato all’audience ma solo alla possibilità di realizzare il suo sogno come io stavo realizzando il mio”.