X


Pago, nuova frecciata di Serena: “Una storia che funziona non ti trasforma”

Scritto da , il 8 Giugno, 2020 , in Grande Fratello
foto serena enardu confessione

Serena Enardu ancora contro Pago? “Una storia non ti trasforma in una persona diversa”

Non c’è pace per Serena Enardu e Pago. Dopo il ritorno di fiamma avvenuto al Grande Fratello Vip, la coppia non ha retto la prova più difficile: quella della nuova convivenza e della quarantena. L’addio tra Pago e Serena è stato vissuto pubblicamente con commenti sui social, dichiarazioni sui giornali e verità rivelate in tv. A scatenare la decisione di Pacifico Settembre di dare un taglio definitivo alla storia con Serena Enardu sarebbe stata la scoperta di una relazione avuta dalla 43enne con Alessandro Graziani. Serena ha in realtà sempre negato la cosa e in queste ore su Instagram Stories è tornata a lanciare qualche frecciata diretta probabilmente proprio a Pago. La Enardu ha infatti riportato questa citazione di Massimo Bisotti:

“Una storia che funziona non ti trasforma in una persona diversa”.

Serena Enardu si sfoga dopo l’addio a Pago: “Sei davvero nei guai”

Insomma, le parole postate da Serena Enardu potrebbero riferirsi proprio alla sua relazione con Pago. Quel che è certo è che l’ex tronista continua a pensare all’ex. Nel post su Instagram Serena Enardu ha condiviso anche questo pensiero su una relazione che funziona:

“Ti costringe a imparare a convivere con la persona che sei davvero e questa è la parte più complessa. Se resti intrappolata nel sogno che l’altro fa di te, sei davvero nei guai”.

Ci sarà una tregua tra Pago e Serena Enardu?

Serena Enardu pensa ancora a Pago? “A uccidere è il cuore dell’uomo”

Su Instagram Serena Enardu, che ha ammesso di star bene dopo le dichiarazioni dell’ex, ha lanciato anche un altro messaggio, visibile in basso, che è suonato come una nuova frecciata a Pago. La 43enne ha condiviso una frase di Papa Wojtyla, scrivendo: “Come al tempo delle lance e delle spade, così anche oggi, nell’era dei missili a uccidere, prima delle armi, è il cuore dell’uomo”.