La prova del cuoco, i piatti del 23 gennaio 2015: tataki di palamita e crauti alla tirolese

By on gennaio 23, 2015
foto la prova del cuoco 23 gennaio 2015

Puntata ritagliata, quella de La prova del cuoco di oggi. Il cooking show ha dovuto giustamente cedere il passo alla cerimonia d’apertura dell’Anno Giudiziario 2015, ragion per cui le nostre ricette preferite sono iniziate con 25 minuti di ritardo. In attesa di conoscere i piatti della puntata di oggi, che saranno cucinati da Gianfranco Pascucci e Andrea Ribaldone, vediamo cos’hanno preparato Antonella Clerici & Co. nel corso della puntata di ieri. Frivolezze, un goloso secondo gluten free e uno favoloso primo hanno deliziato la puntata de La prova del cuoco di ieri.

E se vogliamo ancora scoprire cosa ci ha riservato la proposta culinaria del palinsesto televisivo di ieri, non facciamoci scappare il fantastico salame di cioccolato di Dolci dopo il Tiggì, rivisitato da Anna Moroni. Ilario Vinciguerra e Detto Fatto si dedicano invece allo spuntino di mezzanotte e ci propongono una spaghettata condita in un modo davvero speciale. Delicato e gustoso, invece, il tortino di seppie di Cotto e Mangiato, preparato ieri da Tessa Gelisio.

Ancora da Mediaset e da Samya Abbary, arriva una golosa idea per il fine settimana. La dolce cuoca di Mattino Cinque ha oggi preparato le delizie alle mele: perfette da portare in tavola per il pranzo della domenica. Vediamo ora quali sono le ricette de La prova del cuoco di oggi, preparate dai due cuochi stellati Gianfranco Pascucci e Andrea Ribaldone. Tutti pronti? Corriamo ai fornelli!

foto_tataki_di_palamita_pascucci

Tataki di palamita di Gianfranco Pascucci. Ingredienti: 1 palamita da 7/800 g, 1 broccolo siciliano, 1 cipolla rossa, 4 alici dissalata, bruschettine di pane, 1 peperoncino, erbe varie, limone, olio, sale e pepe. Per la marinatura: 500 g di sale fino, 100 g di zucchero, pepe, scorze di limone, 1 costa di sedano. Congeliamo il pesce per un paio di giorni e facciamo decongelare in frigo. Prepariamo una marinata con aceto balsamico, salsa di soia, erba cipollina e zenzero. Nappiamo il pesce con la marinata, tenendo la pelle. Lessiamo il broccolo e frulliamo con l’olio a filo. Prepariamo delle bruschette e serviamo con dei filetti di alici. Facciamo rosolare del timo e un po’ di rosmarino nell’olio molto caldo e facciamo scottare il pesce velocemente dalla parte della pelle, quindi giriamo perché si scotti su tutti i lati. Trasferiamo sui limoni ghiacciati per raffreddare il pesce, in modo che all’esterno sia molto cotto e all’interno rimanga crudo. Stendiamo un velo di crema di broccolo Siciliano su un piatto e adagiamo le bruschette con le alici e il filetto di palamita appena scottato.

Crauti alla tirolese di Andrea Ribaldone. Ingredienti: 1 cavolo cappuccio verde oppure 500 g di crauti fermentati, 200 g di sale grosso, 200 g di macinato di maiale, 100 g di lardo, 100 g di pancetta affumicata, 50 g di grana grattugiato, 1 mela, 10 g di maggiorana, 2 g di cumino, farina q.b, sale e pepe q.b. Tagliamo il cavolo cappuccio a julienne, versiamo in una ciotola e saliamo, in modo che rilasci l’acqua. Copriamo con un peso (un piatto o una pentola pesante). Lasciamo riposare per un paio di giorni. Mettiamo in pentola con tutta l’acqua di marinatura e uniamo la pancetta affumicata tagliata grossolanamente. Infine, aggiungiamo una mela tagliata a dadini. Facciamo cuocere per 40′. Per accompagnare, facciamo delle polpettine di salsiccia. Al trito di maiale, uniamo un po’ di lardo tagliato con il coltello. Insaporiamo con gli aromi e aggiustiamo di sale. Realizziamo le polpette nella maniera classica, passiamo nella farina e cuociamo in padella, facendole rosolare nell’olio. Tagliamo il pane di segale e facciamo tostare leggermente in padella. Impiattiamo con i crauti, il pane di segale e una polpettina.

About Martina Dessì

Nata nel 1988, in un venerdì molto speciale… Dopo la maturità scientifica, conseguita a pieni voti, ha deciso di iscriversi al corso di laurea in Chimica. Non trascura la passione per la lettura, che nutre sin da bambina, divorando enormi quantità di libri. Quasi per caso, si trova ora ad inseguire il suo sogno, che sembrava ormai sopito, scrivere…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *